Alessandro Speziali

Sono fiero del mio Paese – da sempre. Un affetto sincero, che non ho mai considerato come un obbligo di essere nel contempo contro qualcuno o qualcosa. Forse la penso così perché fin da quando sono piccolo ho sentito parlare del Ticino e della Svizzera: un modello da ammirare e servire con dedizione. Da sempre, mi è stato chiaro che lo spirito di servizio e il senso di appartenenza sono le fondamenta del miracolo elvetico. Mi impegno a rispettare questa convinzione al lavoro, in Parlamento e nella vita di tutti i giorni.

Ultimi articoli

Non ci servono macerie in ottima salute

30 ottobre 2020

Il 2020 non sarà ricordato come un anno glorioso per il Parlamento di questo Cantone. A parecchi cittadini non siamo affatto mancati, durante la sospensione della democrazia, e altri potrebbero ora convincersi che, in fondo, siamo irrilevanti. Lo dico perché mi sembra che molti abbiano intuito che affrontare questa crisi sanitaria sia pericoloso (se non con il senno di poi)

Leggi tutto...

Facciamo correre la nostra scuola

05 ottobre 2020

Ogni mattina, un politico di sinistra si alza sapendo che la scuola è l’unica opportunità di non uscire dalla crisi con una società irreparabilmente spaccata fra ricchi e poveri. Ogni mattina, un politico di destra si alza sapendo che la scuola è l’unica speranza di dare un futuro alla generazione chiamata a pagare il prezzo della pandemia. Che tu sia un politico di destra o di sinistra, nella Svizzera del 2020, ogni mattina ti alzi sapendo che dovrai fare correre la nostra scuola – perché restare fermi non è più un’opzione.

Leggi tutto...

Vogliamo essere davvero responsabili?

10 giugno 2020

Uno dei segni della trasformazione epocale nella mentalità dell’Occidente contemporaneo sono i giovani di oggi che hanno seppellito la speranza che la propria generazione possa conoscere un benessere maggiore rispetto a quella precedente. 



Leggi tutto...

Alessandro Speziali intervistato da Francesco De Maria

09 giugno 2020

L’idea di realizzare questa intervista l’ho avuta quando ho letto nel Corriere il famoso articolo. Brillante, sarcastico (come piace a me). Alessandro Speziali, classe 1983, granconsigliere PLR e lo scorso anno candidato al Consiglio di Stato, ci offre delle risposte dense di contenuto politico. È indubbiamente uno dei giovani di punta del partito, che per questo aspetto non è affatto mal messo, con Farinelli, Pini, Speziali, Bertini, Käppeli e, nell’altra metà del cielo, Gianella e Ferrara.

Leggi tutto...

@ale_speziali