Alessandro Speziali

Nato 35 anni fa da mamma tedesca e papà ticinese, ho vissuto a Locarno i miei primi undici anni. Con l’inizio delle scuole medie mi sono spostato a Minusio, fra le rive del Lago Maggiore e le colline ai piedi di Cardada. Sono sposato con Stefania e ho un figlio, il piccolo Elia.

Al liceo ho capito presto che il mio percorso doveva orientarsi alla comprensione delle istituzioni e della società che abito. Una vocazione che mi ha portato a studiare scienze politiche a Losanna, dove ho concluso il bachelor e il master. In 5 anni ho esplorato teorie e pratiche, mi sono confrontato e ho imparato anche a rimettermi in discussione. Un percorso che mi permette di affrontare la realtà – anzi, le realtà – con sensibilità e spirito critico.

Il mio cammino professionale è iniziato nel 2010 alla Sezione degli enti locali (Dipartimento delle istituzioni). Dapprima quale collaboratore scientifico mi sono dedicato ai processi aggregativi, contribuendo alla visione della futura cartina del Cantone. Poi, dal 2013, sono diventato Ispettore dei Comuni e mi sono occupato di vigilanza amministrativa e finanziaria sugli organi comunali: un’esperienza che mi ha insegnato la necessità di leggi intelligenti e snelle. Poi, nella primavera di quest’anno, si è presentata l’occasione di dedicarmi allo sviluppo di una delle valli più belle del nostro Paese. E così ho lasciato l’Amministrazione cantonale e, dal giugno scorso, mi occupo dei progetti di rilancio della Valle Verzasca.

I paragrafi che descriveranno il mio futuro non li conosco ancora … qualche idea però ce l’ho.